Lenti a contatto Multifocali

Quasi l’80% degli over-quaranta fatica a leggere le etichette dei generi alimentari o il bugiardino del giornale, mentre quasi il 60% non riesce a leggere lo schermo del cellulare ed il 40% ha difficoltà nel leggere l’ora sull’orologio da polso.

L’arrivo della Presbiopia è spesso vissuto con ansia e per molti è più sgradevole ammettere una dipendenza da occhiale piuttosto che accettare capelli grigi o rughe.

Le lenti a contatto per Presbiopia sono ancora poco diffuse in Italia, dove soltanto l’1% delle persone con età compresa tra i 45 e i 65 anni ne fa uso.

È importante sapere che la visione con le Lenti a Contatto Multifocali resta un compromesso fra la visione da lontato e la visione da vicino, per cui è indispensabile capire prima di provare ad applicarle se possiamo essere probabili portatori di Lac Multifocali e questo può avvenire solo tramite il consiglio di un Contattologo, che sarà in grado di verificare la possibilità di portare questo tipo di lenti; molto importante sarà la valutazione del Diametro pupillare e della Dinamica pupillare oltre alla scelta del tipo di Materiale della Lac, questo perchè i presbiti tendono ad avere una maggiore secchezza oculare rispetto un soggetto giovane, di conseguenza è consigliabile usare lenti con materiali che trattengono meglio l’idratazione, in modo da ottene maggiore bagnabilità della lente durante l’arco della giornata.

Sono ormai diversi i tipi di lenti a contatto che posso essere presi in considerazione a seconda del tipo di utilizzo e del portatore, di seguito i più comuni.

-Lenti a visione alternata: meglio conosciute come lenti bifocali, sono state le prime lenti ad essereutilizzate e vengono costruite con 2 zone specifiche, una in alto per la visione da lontano ed una in basso per la visione da vicino, senza dunque una zona che possa consentire la visione intermedia (distanza del pc).

lente a contatto con due diverse zone di visione

-Lenti a visione simultanea: sono le lenti più moderne e sono costruite per consentire una visionenitida per la zona da lontano, da vicino e anche l’intermedio. Questo risultato può essere ottenuto attraverso due tipologie differenti di Geometria Costruttiva, Lenti a zone concentriche e Lenti a geometria asferica.

lenti a contatto con visione simultanea

Lenti a zone concentriche: sono lenti che sfruttano zone a potere alterno per lontano e per vicino. Si otterranno tanti fuochi, quante saranno le zone refrattive ed il cervello dovrà imparare a selezionare l’immagine più nitida per una determinata distanza.lenti a contatto con zone concentriche

-Lenti a geometria asferica: presentano la distribuzione dei poteri disposti in modo concentrico intorno al centro che cambiano gradualmente dal centro alla periferia della zona ottica, sono le lenti attualmente più avanzate e utilizzate, ci sono due possibili scelte: lenti definite Centro-lontano e lenti definite Centro-vicino.

 

Le lenti a contatto multifocali sono e possono essere un ottima soluzione alla presbiopia, resta sempre fondamentale farne un uso corretto e alternato al porto degli occhiali.

Puoi rivolgerti a Noi del team di Ottica Servadio, per avere maggiorni informazioni e conoscere approfonditamente le metodologie di uso e applicazione.

Ti aspettiamo in Via Venezia 12/9 Pescara o contattaci con:

Mail: info@otticaservadio.com

Tel: 085/4222762

Buona Vista da #Otticaservadio

Ottica SERVADIO